Valentino Rossi annuncia il ritiro

Valentino Rossi annuncia il ritiro

E’ arrivata la notizia che un po’ tutti attendevano, ma che in pochi volevano sapere: Valentino Rossi si ritira. Ci scuserete per l’escursione nel mondo delle due ruote, ma riteniamo opportuno spendere qualche parola per una leggenda dei motori. Il Dottore ha appena annunciato che non sarà in griglia nel 2022, dunque la sua carriera si concluderà dopo ventisei anni. Valentino Rossi é difficile da poter descrivere, per un campione come lui trovare le parole adatte è impresa ardua. Si potrebbe parlare della sua carriera, ma lì sarebbero i numeri a parlare per il nove volte campione del Mondo. Ma Valentino Rossi è oltre i numeri e le vittorie, lui da solo ha dato visibilità e popolarità al Motomondiale. Quanti si sono appassionati alle due ruote grazie a lui? Talmente tanti che sarebbe impossibile portarne il conto.

Il Dottore se ne va come uno dei più forti e vincenti di sempre, anche se negli ultimi anni ha pensato più al suo divertimento che a lottare per qualcosa di importante. Ma anche questo è un attestato di stima, un uomo che non ha paura di mostrare il suo declino, conscio di ciò che ha dato quando era all’apice. Qualche traccia, però, rimarrà comunque. L’anno prossimo ci sarà anche sulla griglia della MotoGP (oltre a Moto3 e Moto2) il suo team di corse VR46. Va fatta una menzione anche alla VR46 Academy, la sua “accademia” di moto, della quale fanno parte, per dirne giusto un paio, Pecco Bagnaia e Franco Morbidelli. E’ stato in un certo senso il suo modo di ringraziare il motociclismo per tutto ciò che esso gli ha dato. Sarà davvero dura abituarsi a non vedere più il 46 giallo su una qualsiasi moto in gara.

Valentino Rossi e le quattro ruote

Valentino Rossi però non è solo due ruote, è un pilota a tutto tondo, ed è un grande appassionato anche delle quattro ruote. Visto che siamo sempre una pagina di F1, ci sembrava giusto menzionare anche i suoi test fatti sulle monoposto. Spesso è salito al volante della Ferrari, si è pensato anche concretamente di fargli fare il passo definitivo, ma col senno di poi è stato meglio così. La sua ultima volta in F1, tuttavia, risale al 2019 sulla Mercedes di Lewis Hamilton in uno scambio tra campioni, nel quale il britannico è invece salito sulla Yamaha di Vale. Diverse anche le partecipazioni e le vittorie nel rally di Monza, ben sette. Inoltre nel 2019 ha corso e vinto la 12 Ore del Golfo nella categoria PRO AM su una Ferrari 488 GT3.

Insomma, non sappiamo cosa farà “da grande” (ha solo 42 anni), ma sicuramente per gli amanti dei motori questa notizia non sarà indifferente. Che lo si odi o lo si ami, Valentino Rossi mancherà a tutti, è per le moto ciò che Maradona è stato per il calcio. Senza di lui in pista non sarà lo stesso, ciò che ci possiamo augurare è che sia sereno e in pace con la scelta fatta. Per il resto, non possiamo far altro che ringraziarlo, per tutto.

Grazie, Vale!

Mario Scherillo

Mario Scherillo, studente universitario di lingue (inglese e tedesco), aspirante giornalista sportivo. Appassionato a diversi sport, amante dei motori, sia le due ma soprattutto le quattro ruote, la Formula 1 nello specifico, ma sporadicamente anche la F2, F3 e Formula E.