Sakhir, la grande chance per Russell e Aitken

Sakhir, la grande chance per Russell e Aitken

Il Gran Premio del Sakhir rappresenterà la grande chance per Jack Aitken e George Russell. Dopo la positività al Covid-19 per Lewis Hamilton si erano  subito fatti tanti nomi per quella ‘corsa alla sostituzione’ per il posto Mercedes tanto ambito (com’è giusto che sia, dato la stra-dominanza del team di stoccarda in questa stagione). Il nome più probabile  era stato quello di Stoffel Vandoorne, pilota di riserva Mercedes, impegnato nei test della Formula E a Valencia ma che avrebbe potuto raggiungere il Bahrain nelle giuste tempistiche; poi però la scelta è virata su George Russell.

Russell in Mercedes

Pilota britannico dall’enorme talento, parte del gruppo tedesco ma dall’anno scorso sotto contratto Williams (con una vettura che certamente non gli sta garantendo delle prestazioni  degne delle sue doti, che però sta comunque dimostrando avendo SEMPRE vinto il confronto in qualifica con i suoi compagni di squadra). Bene, ora avrà una grande possibilità per dimostrare che lui è un pilota, oltre che del presente, anche del futuro, mettendosi tra i nomi più grandi di questa F1, in particolar modo con gli altri giovanissimi, come Verstappen e Leclerc. Sarà un’occasione importante per lui anche perché con grandi probabilità guiderà, questa volta da titolare, per i  tedeschi dal 2022, e dunque un ottimo modo per cominciare a tastare auto e sensazioni varie.

 

 

Aitken in Williams

Altro posto da coprire, proprio quello di Russell in Williams, altra possibiltà per un britannico: il venticinquenne Jack Aitken. In Formula 2 quest’anno con Campos, è non solo parte dell’academy del team britannico, ma anche collaudatore dello stesso; quinto nello scorso anno in F2, quest’anno non è in lotta per posti ‘importanti’ (solo quattordicesimo al momento), e dunque l’assenza nel prossimo appuntamento della categoria non di particolare gravità. Tante volte associato a diverse occasioni per arrivare a guidare in F1, almeno per questo weekend le speculazioni tramuteranno in realtà, e chissà se anche lui riuscirà a mettersi in mostra e guadagnare visibilità, nonostante un’auto non di primissimo livello. 

Nell’augurare una pronta guarigione a Lewis Hamilton, speriamo che i due sostituti possano portare a termine un gran weekend, che ci aspettiamo sia quantomeno  più imprevedibile rispetto agli ultimissimi, con delle novità che certamente non passeranno inosservate. 

 

 

Lorenzo De Stefano

Lorenzo De Stefano, nato il 7 Aprile 2002 ad Avellino ha una gran passione per qualunque cosa si muova a una velocità minima di 100 Km\h o per qualunque sport che possa trasmettere passione; il suo sogno nel cassetto infatti è proprio portare queste passioni sulle TV di tutti, un giorno, attraverso il giornalismo.