GP Turchia, Qualifiche: Incredibile pole di Lance Stroll, solo 6° Hamilton. La Ferrari naufraga.

GP Turchia, Qualifiche: Incredibile pole di Lance Stroll, solo 6° Hamilton.                    La Ferrari naufraga.

Qualifiche veramente incredibili all’Istanbul Park, in Turchia, dove succede veramente di tutto. Bandiere rosse, acquazzoni, pista liscia che sembrava di correre sul ghiaccio, eliminazioni eccellenti e come ciliegina sulla torta una clamorosa Pole Position.

Sarà Lance Stroll su Racing Point a partire davanti a tutti nel Gp di Turchia che si correrà domani a Istanbul alle ore 11.10 Italiane. Il Canadese conquista a sorpresa la prima Pole in carriera stampando il tempo di 1:47.765, precedendo di 290 millesimi Max Verstappen. Per l’Olandese questo 2° posto sa molto di beffa, dopo essere stato in testa per tutte e tre le sessioni di libere e domani darà tutto per prendersi la vittoria. Completa la Top3 Sergio Perez con l’altra Racing Point, testimoniando la superlativa prestazione di oggi da parte delle” pantere rosa”, interrompendo dunque la striscia di 15 Pole Position consecutive da parte della Mercedes, che oggi non è andata oltre il 6° tempo con Lewis Hamilton e 9° con Valtteri Bottas; da segnalare che l’inglese ha rischiato grosso di essere tagliato fuori nel Q1, dove ha concluso solamente in 14° posizione. Non tutto è sprecato però, per ottenere la matematica certezza del 7° titolo iridato basterà arrivare al traguardo davanti al Finlandese.

 

Risultati disastrosi per la Ferrari, con entrambe le rosse eliminate nel Q2, dove Sebastian Vettel e Charles Leclerc hanno ottenuto rispettivamente il 12° e il 14° tempo, una delusione totale per gli uomini di Maranello dopo le prestazioni delle libere, dove la Ferrari sembrava essere (finalmente) estremamente competitiva e addirittura sembrava in grado di poter competere per la Pole, ma probabilmente un setup sbagliato nelle qualifiche ha compromesso l’ennesimo weekend di un 2020 da incubo per il “Cavallino Rampante”.

Le dichiarazioni dei Top 3

Sergio Perez, P3:

“Grande risultato, non ce lo aspettavamo, siamo stati sfortunati nel mio ultimo giro, quando Giovinazzi non si è levato di mezzo e mi ha rovinato il giro. Abbiamo preso le decisioni giuste e siamo stati piuttosto forti. La track position oggi era la chiave per mantenere le gomme in temperatura. siamo in una buona posizione, meglio essere terzi che secondi in vista della griglia di partenza di domani, potrà fare la differenza”.

Max Verstappen, P2:

“Già prima con le intermedie avevamo poca aderenza. Nel Q3 la pista era migliore ma le intermedie erano tremende. Con le gomme da bagnato estremo andavamo bene, mi sentivo a mio agio, ma alla fine non è andata bene. Al momento sono deluso è ovvio. Domani posiamo fare bene, ma quando sei primo tutto il tempo e poi secondo non è quello che vuoi. I punti vengono assegnati domani, speriamo di fare una buona gara”.

 

Lance Stroll, P1:

“Non ho parole. Sono in stato di shock. Non mi aspettavo di essere qui. Prima delle qualifiche non sembravamo competitivi ma ora sono davvero contento. Ho messo insieme un grande giro nel finale. Avevo tanta pressione, un solo tentativo perché dalle gomme da bagnato siamo passati a quelle intermedie. Poi ho avuto traffico,  Valtteri che si è girato davanti a me. nell’ultimo tentativo è riuscito tutto alla perfezione ed è un bel modo di tornare in carreggiata dopo settimane difficili. Dal Mugello andava tutto storto per me, ora mi sento alla grande. Una volta che ho montato le intermedie sapevamo che eravamo in una buona condizione.  Questo è uno dei momenti più alti della mia carriera. Da ragazzi sogni momenti come questi. Domani? adesso lasciami andare a dormire felice, ci penseremo domani alla gara”.

 

 

Nicola Salvatori

Nicola Salvatori, Studente di Ingegneria Meccanica all'università di Roma tre. Grande appassionato di Formula 1, sport che seguo da quando avevo 4 anni, in parallelo al mio corso di laurea coltivo una passione per la scrittura e la stesura di articoli in ambito sportivo.