GP Monaco: Top 3 e Flop 3

GP Monaco: Top 3 e Flop 3

La tradizione del GP di Monaco non si smentisce, la gara infatti non è proprio una montagna russa di emozioni. Il più grande colpo di scena arriva prima del via: “Charles Leclerc non partirà”. A causa del botto preso in qualifica ha danneggiato il semiasse sinistro, e non era sicuro metterlo in pista. Un peccato, nella sua gara di casa scattava dalla pole, ed era una ghiotta occasione per la Ferrari di vincere la gara. A vincere sarà Max Verstappen, nuovo “pole sitter”, davanti a Carlos Sainz, primo podio con la Ferrari, e Lando Norris. Grande gara di Perez e Vettel, che rimontano rispettivamente quattro e tre posizioni, a Montecarlo. Grande assente Lewis Hamilton, settimo con giro veloce, che non ha mai avuto ritmo in tutto il week end. Questo GP di Monaco ci consegna un nuovo leader del mondiale, proprio Max Verstappen. Andiamo adesso a scoprire i top e i flop del GP di Monaco!

FLOP 3

Fernando Alonso

Male male Nando, partendo dal botto del giovedì finendo con la gara. Non è mai in lotta o vicino ad Ocon, e da un grande campione come lui ci si aspetta quantomeno battaglia. Con la speranza che si ritrovi presto, la F1 ha bisogno ancora del suo talento.

Daniel Ricciardo

Prima dell’inizio della stagione aveva dichiarato che avrebbe vinto a Monaco. La realtà dice tutt’altro: dodicesimo e doppiato dal compagno di squadra Lando Norris sul podio. Uno confronto infausto per l’australiano. Deve dare una svolta alla sua stagione, ed anche alla svelta.

Lewis Hamilton

Occasione più unica che rara di metterlo nei flop. Lewis in questo week end monegasco è stato assente, mai pericoloso, mai insidiato il podio. Valtteri Bottas è parso più in forma, e senza la sfortuna della sosta sarebbe anche finito sul podio. Hamilton è anche dietro l’Aston Martin e l’Alphatauri, una domenica storta capita anche a lui. Anche lui è umano. Sarà bello ora vederlo inseguire Max in vetta al mondiale.

Menzioni di (dis)onore

Vedendo la grande prestazione di Gasly, sesto, viene da pensare che Yuki Tsunoda avrebbe potuto fare meglio del quattordicesimo posto. Magari una zona punti poteva essere fattibile.

TOP 3

Carlos Sainz

Partito terzo, arrivato secondo, Carlos Sainz conquista il primo podio alla guida della Ferrari, e anche il primo podio stagionale proprio per la Rossa. Gara sontuosa, perfetto nella gestione delle gomme e grandissimo ritmo, accarezza anche il sogno di insidiare Verstappen, poi svanito. Ma si dimostra un pilota di grande solidità e concretezza. Bravissimo.

Pierre Gasly

Qualifica strepitosa per il francese, che si mette addirittura davanti a sua maestà Lewis Hamilton, Parte sesto e conclude sesto ma tenendo dietro il sette volte campione del mondo senza mai soffrirne la pressione e costringendolo alla sosta per provare a prendere il giro veloce. Sontuoso.

Sebastian Vettel

Gara strepitosa di Vettel, il ruggito del vecchio campione si fa sentire, e dimostra di non aver perso il tocco. Bravissimo in qualifica ad entrare nel Q3 e mettendosi ottavo, straordinario in gara quando effettua l’overcut su Hamilton e sorpassa di qualità Gasly. Sperando che questa gara gli dia morale e che possa, in un certo senso, iniziare un nuovo mondiale per lui, dove prestazioni come queste saranno la normalità. Campione.

Menzioni d’onore

Tantissimi piloti hanno fatto una grandissima gara quì a Monaco, come ad esempio Lando Norris che porta a casa un buon podio e si rimette terzo nel mondiale. Sergio Pèrez è autore di una grande rimonta, da ottavo a quarto, e per poco non prende il podio. Antonio Giovinazzi porta a casa i primi preziosissimi punti per l’Alfa e per se stesso, dopo un grandissimo piazzamento in Q3 preso ieri.

Mario Scherillo

Mario Scherillo, studente universitario di lingue (inglese e tedesco), aspirante giornalista sportivo. Appassionato a diversi sport, amante dei motori, sia le due ma soprattutto le quattro ruote, la Formula 1 nello specifico, ma sporadicamente anche la F2, F3 e Formula E.