GP di Gran Bretagna: Flop 3 e Top 3

GP di Gran Bretagna: Flop 3 e Top 3

Il Gran Premio di Silverstone ha visto vincitore Lewis Hamilton, che nonostante la penalità di dieci secondi inflittagli a causa dell’incidente che ha messo fuori dai giochi un Max Verstappen che sembrava poter bissare la prima posizione guadagnata attraverso la Sprint Race di ieri. Un’ottima Ferrari e una McLaren sempre più solida che finisce quarta con Norris e quinta con un ritrovato Ricciardo, ma una pessima Red Bull che oltre all’incidente di Max non riesce ad andare a punti nemmeno con Perez. Scopriamo di seguito i Top e i Flop dell’appuntamento britannico!

Flop 3

Lewis Hamilton

L’idolo di casa è tra i Flop poiché l’azione di sorpasso è sembrata (non unanimemente ma a detta di molti) fin troppo aggressiva e con pochissime possibilità di passare, soprattutto se l’uomo da passare è proprio Verstappen, il quale, sia chiaro, è stato anche lui molto aggressivo nel difendersi, ma ha comunque affrontato la curva lasciando lo spazio a Lewis che però lo ha fatalmente colpito. Oggi Lewis ha fatto il Verstappen mettendo seriamente a rischio l’olandese (driver ok) che è andato in barriera con 51 G di forza laterale; i 10 secondi di penalità possono essere giusti o meno, ai posteri l’ardua sentenza.

 Sergio Perez

Il messicano è sfortunato nella Sprint Race ma, partendo dalla Pit Lane ha permesso ai suoi meccanici di preparargli un’auto scarica nella sua aerodinamica (l’ideale per la domenica), e considerando il mezzo che ha tra le mani, il più potente al momento, fermarsi a ridosso dell’undicesima posizione è davvero un Flop. Protagonista poi di un incidente, riesce solo a levare il punto in più a Hamilton facendo il giro veloce (fuori dalla Top 10 il suo bottino resta comunque a 0).

 

 

Pierre Gasly

In questo weekend non ha la brillantezza di sempre, sin dal venerdì di qualifica (si, strano a sentirlo) in cui esce al Q2, non migliorandosi il sabato, né la domenica, dove parte e conclude in undicesima posizione dietro al compagno Tsunoda. Unica nota di colore, riuscire a tenersi per un po’ alle spalle Sergio Perez nonstante la differenza di velocità delle due auto.

TOP 3

Lewis Hamilton

Si, di nuovo lui: one-man-show perché riscatta il Flop dello start con una grande gara di rimonta nonostante le difficoltà con le medie. Riesce a “portare a casa” la sua ottava vittoria a Silverstone regalando ai suoi tifosi (spettacolari ma veramente poco sportivi  quando Max è andato in barriera) una grande gioia dopo la grande delusione di una settimana fa, grazie anche al fatto che Leclerc non si difende come Verstappen nella manovra di sorpasso, davvero simile a quella in partenza.  Riapre il mondiale e da fiducia a sé stesso e alla squadra.

 

Charles Leclerc

Come non parlare della splendida gara di Leclerc? Sorpassa Bottas in partenza, si ritrova tra le mani una Ferrari che grande al suo enorme talento riesce ad essere competitivo con le medie e tenersi dietro Hamilton fino a tre giri dal termine, quando invece guidava con le dure. Driver of the day, il minimo per il monegasco che ha comunque ritrovato il podio con la seconda posizione che mette dietro non solo Valtteri Bottas ma anche e soprattutto le due McLaren. Chapeau .

Alpine

Che gara del team francese, che con Esteban Ocon e Fernando Alonso riesce a mettere entrambe le auto un zona punti, rispettivamente nono e settimo, ovvero le posizioni di partenza, con Alonso magistrale nel conquistarsela quella piazzola in griglia durante la prima Sprint Race della storia. Francesi che possono sperare di lottare fino alla fine per la Top 5 della classifica costruttori anche grazie a queste prestazioni.

Lance Stroll, che merita una menzione d’onore per essersi messo a sandwich proprio tra i due piloti Alpine e per tenere un minimo viva l’Aston Martin in quello che dovrebbe essere anche per loro una gara di casa.

 

 

 

 

Lorenzo De Stefano

Lorenzo De Stefano, nato il 7 Aprile 2002 ad Avellino ha una gran passione per qualunque cosa si muova a una velocità minima di 100 Km\h o per qualunque sport che possa trasmettere passione; il suo sogno nel cassetto infatti è proprio portare queste passioni sulle TV di tutti, un giorno, attraverso il giornalismo.